RADUNO ANA A CAGLI

RADUNO ANA A CAGLI
RADUNO ANA A CAGLI

MOSTRE D'ARTE

MOSTRE D'ARTE
Palazzo Berardi Mochi-Zamperoli - Dal 2 al 24 settembre 2017

mercoledì 18 luglio 2007

CULTURE A CONFRONTO

Culture a confronto ha detto...
Cara lupa45.Raccolgo il tuo invito provo a ripostare e ti rinnovo gli auguri per il tuo blog.Sono d'accordo con quello che dici a proposito della cultura (anche se non sei il primo a dirlo e non da oggi) .Quello che non condivido è l'uso- abuso che si fa oggi(ma non solo da oggi) del termine REPRESSIONEUn Paese dove chi è deputato a far rispettare le regole fa il suo dovere è un Paese CIVILE!In tale Paese non si fa repressione, ma un altro tipo di cultura: LA CULTURA DEL RISPETTO DEL CITTADINO DA PARTE DELLE ISTITUZIONI.E' questa una cultura che a Cagli ( e non solo) si è estinta da tempo.....purtroppo.Oggi, se mi permetti, esiste e questa si che esiste davvero l' "altra repressione". La REPRESSIONE nei confronti di chi deve accettare che ladri ed assassini violino la propria casa,la REPRESSIONE di chi deve perdere la vita sulle strade a causa di ubriachi o drogati prepotenti ed arroganti,la REPRESSIONE di donne stuprate (guardati la statistica degli stupri in Italia)...e si... anche LA REPRESSIONE nei confronti di chi la notte ha il sacrosanto diritto di dormire e non di dover subire gli schiamazzi sguaiati di gente che fa della notte il proprio regno e l'inquinamento acustico di bar o sedicenti pub che addirittura fanno musica quando non la potrebbero fare PER LEGGE (e tutto questo il Sindaco lo sa e non fa niente).Allora, in attesa che tuttte le tue buone intenzioni portino i loro frutti, in attesa che i giovani recepiscano e assorbano i concetti di "riassetto dei valori e condanna dell'illegalità" ( per inciso, quanto tempo pensi che ci voglia a far recepire questi concetti agli extracomunitari che hanno una CULTURA distante anni luce dalla nostra ?)..allora in attesa che passino questi mesi(?)...anni(?)..decenni(?)...vogliamo pretendere che si pratichi la CULTURA DEL RISPETTO DEL CITTADINO DA PARTE DELLE ISTITUZIONI O VOGLIAMO ANCORA CHIAMARLA REPRESSIONE?

Che dire? sui principi siamo tutti d’accordo: …chi fissa delle regole deve essere capace di farle rispettare…le istituzioni devono essere al servizio del cittadino…ma sulla visione della realtà mi pare che si stia esagerando un po’.
Dove sono tutti questi ladri ed assassini che violano le nostre case? Tutti questi incidenti mortali per ubriachezza del conducente? Tutte queste donne stuprate?
È vero che ne sono piene le pagine della cronaca nazionale e che è quindi sacrosanto l’allarme affinché queste piaghe vengano REPRESSE senza nessuna tolleranza. Ma usare questo terrorismo verbale, questa strategia della paura per raccogliere consensi è un vecchio trucco che non funziona più.
Va bene invece la DENUNCIA, il pungolo alle autorità ed alle forze dell’ordine affinché si adoperino per la PREVENZIONE e per la REPRESSIONE immediata ove questi problemi si evidenziano ! Hanno voluto la poltrona ? Bene ! Allora si diano da fare !
Poi per favore basta con queste accuse generalizzate verso gli extracomunitari: se è vero, ed è vero, che una percentuale di questi delinque, non va bene questa continua insofferenza generalizzata nei confronti di tutta la categoria! Come si fa ad ignorare il disagio che tante famiglie di lavoratori che con sacrifici indicibili lottano ogni giorno orgogliosamente per tentare di integrarsi fra persone ostili che le tollerano, le sfruttano, le sospettano. E a Cagli, che è una piccola città, queste famiglie le vediamo, le conosciamo, quindi non siamo giustificati quando confondiamo gli onesti con i disonesti, quando accusiamo genericamente e gratuitamente una intera classe sociale.
Quindi noi che diciamo di possedere una CULTURA dobbiamo farne buon uso, non metterla da parte per risolvere più semplicemente i problemi del nostro orticello.

4 commenti:

coordinamento tricolore ha detto...

siamo tanti
http://caglitricolore.iobloggo.com/

http://caglitricolore.splinder.com/

CAGLI-TRICOLORE ha detto...

Ciao lupa45 si stanno chiarendo le cose: Il tuo blog è bloccato
I robot di prevenzione dello spam di Blogger hanno rilevato che il tuo blog mostra le caratteristiche di un blog di spam. (Che cos'è un blog di spam?) Dal momento che tu stai leggendo, il tuo blog non è verosimilmente un blog di spam. Il rilevamento dello spam automatizzato è intrinsecamente incoerente. Ci scusiamo per questo falso positivo.

Abbiamo ricevuto la tua richiesta di sblocco il 18 luglio 2007. Se il tuo blog non è associato a spam, ci scusiamo di averlo bloccato. Ti preghiamo di pazientare ancora un po' e di darci il tempo di esaminare il tuo blog per confermare che non è associato all'invio di spam.

Ottieni ulteriori informazioni su come Blogger contrasta i blog di spam.
PRATICAMENTE QUALCHE FURBACCHIONE HA SPAMMATO DAI LINK EMAIL-POST IN BASSO NEI COMMENTI!!

Culture a confronto ha detto...

Bungiorno Lupa45,voglio solo chiarire, visto che secondo me hai frainteso,che da parte mia non ci sono state accuse generalizzate agli extracomunitari.Se leggi bene parlando della non cultura della legalità tra molti nostri
connazionali, e nel sostenere che poasserà molto tempo prima che tale cultura possa ssere assorbita,
ho fatto una constatazione di quanto sia più difficile farla recepire a persone con culture e tradizioni tanto diverse dalla nostra ( credo che sia un fatto) ma mi riferivo COMUNQUE a quelle che vivono ai margini della legalità,(clandestini che vivono di espedienti illeciti) non ho parlato di buone famiglie di immigrati che hanno un regolare permesso di soggiorno e lavorano onestamente e cercano di integrarsi.Non ti lasciare trasportare dall'emotività. Non mi sembra POI nemmeno di aver fatto terrorismo verbale per aver evidenziato l'escalation della criminalità.....basta che leggi i giornali.... o ascolti la TV quando riportano fatti di cronaca o .....in questo caso non dicono la verità? Allora a chi bisogna credere?
Tu dici che va bene la Denuncia che sia pungolo per le autorità ma...a proposito cosa è successo a caglitricolore?
Penso proprio che noi semplici cittadini non riusciremo a cambiare lo stato di cose tanto meno con i blog!Comunque non ti scoraggiare :)

CAGLI-TRICOLORE ha detto...

Ciao a tutti, siamo sempre PRESENTI
qualche buontempone ha utilizzato il blog per mandare email ed il programma interno del server ha fatto la segnalazione "giustamente"
dopo le verifiche il blog e' tornato online con tanto di scuse,
riguardo il commento di culture lo condivido ci vogliono dei paletti chiari perche' rischiamo davvero di non essere piu' padroni in casa nostra!